Italia

Coronavirus: tutti ammessi alla maturità

Tutti ammessi alla maturità: lo stabilisce il decreto Istruzione, a prescindere che le scuole riaprano prima o dopo il 18 maggio. Per essere ammessi non sarà necessario aver svolto i test Invalsi o aver effettuato le ore minime di alternanza scuola-lavoro. Se si tornerà in classe entro il 18 maggio le prove resteranno tre: due scritti e un orale. Il secondo scritto sarà messo a punto dalle commissioni, che saranno tutte interne, tranne il presidente esterno. Se l'epidemia da coronavirus non fosse stata debellata, si farà solo un colloquio multidisciplinare, anche a distanza. La maturità andrà comunque superata, raggiungendo la votazione di almeno 60. Gli studenti delle classi precedenti otterranno una promozione “per legge” anche con due o tre insufficienze. E con debiti da recuperare.
Per approfondire
Maturità e terza media, tutti ammessi per legge: via libera al decreto
Riproduzione riservata ©
loading...