Italia

Coronavirus, a Napoli volontari in campo con il "tampone sospeso"

Napoli, 17 nov. (askanews) - La Campania che combatte con il cuore la pandemia di Covid-19, oltre che con tutti i mezzi a disposizione di un sistema sanitario sempre più in affanno, contro la malattia ha messo in campo anche un esercito di volontari e, soprattutto, per i più bisognosi, le iniziative "tampone solidale" e "tampone sospeso"; test antigenici rapidi al costo "popolare" di 18 euro che, chi vuole, può anche regalare a chi proprio non si può permettere di pagare.

Siamo nel Rione Sanità, uno dei quartieri più popolari del capoluogo partenopeo, dove la Basilica di San Severo a Capodimonte è stata trasformata nell'ambulatorio della Fondazione Comunità di San Gennaro Onlus e dell'associazione "Sanità Diritti e Salute" per lo screening sulla popolazione, come hanno spiegato gli stessi volontari.

"Nell'arco di 20 minuti se c'è la molecola del coronavirus il risultato è positivo. Se sulla card c'è una sola linea il test è negativo se le linee sono 2 il test è positivo. Ci possono essere falsi positivi e falsi negativi ma per i positivi l'affidabilità è del 99%".

"L'Asl sicuramente in questi giorni si trova in una situazione di affanno, l'emergenza è grossa, la nostra città ha dei numeri così alti - solo il rione Sanità in 5 Km quadrati ha più di 45mila abitanti - è facile immaginare che qualunque tipo di sistema, anche quello più organizzato, possa andare in difficoltà. È una piccola risposta quella che noi diamo, non si ha la pretesa di risolvere i problemi di Napoli, è soltanto un rispondere a un'esigenza del territorio".

Chi volesse contribuire può collegarsi al sito web fondazionesangennaro.org e fare un bonifico con la causale "tampone sospeso".

Riproduzione riservata ©
loading...