Italia

Coronavirus, il Consiglio dei ministri approva il Dl Ristori Ter

Milano, 21 nov. (askanews) - In arrivo nuovi contributi in denaro per le attività commerciali italiane danneggiate dalla pandemia di Covid-19. Il Consiglio dei ministri, infatti, ha approvato nella notte tra il 20 e il 21 novembre 2020 il "Dl Ristori Ter" con un aumento dei fondi per 1,95 miliardi di euro per l'anno 2020, destinati al ristoro delle attività economiche interessate, direttamente o indirettamente, dalle misure disposte a tutela della salute, al sostegno dei lavoratori in esse impiegati, e a ulteriori misure connesse all'emergenza in corso.

In particolare è stato predisposto l incremento di 1,45 miliardi, per il 2020, della dotazione del fondo previsto dal decreto "Ristori bis" (decreto-legge 9 novembre 2020, n. 149) per compensare le attività economiche che operano nelle Regioni nelle fasce di rischio più alte; l'istituzione di un fondo con una dotazione di 400 milioni di euro per i Comuni, per l'adozione di misure urgenti di solidarietà alimentare e 100 milioni per l'acquisto e la distribuzione di farmaci per la cura dei pazienti affetti da COVID-19.

Inoltre il Cdm ha deciso un ulteriore scostamento di bilancio da 8 miliardi di euro in termini di indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche e di fabbisogno e di 5 miliardi di euro per il saldo netto, da sottoporre al Parlamento.

Riproduzione riservata ©
loading...