Italia

Coronavirus, Azzolina: mi spiace, studenti non sono sacrificabili

Roma, 14 ott. (askanews) - "Mi spiace che qualcuno pensi che le studentesse e gli studenti italiani possano essere sacrificabili. È una questione di priorità: la scuola ha dato tanto negli scorsi mesi. Rivendico la scelta del fatto che si siano sospese le attività didattiche in presenza, non eravamo pronti. Abbiamo lavorato tutta l'estate, io e tutta la comunità scolastica: dirigenti scolastici, personale ata, docenti, per portare gli studenti in presenza". Lo ha affermato la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina, intervenedo a DiMartedì su La7.

"Dall'asilo nido a chi deve fare l'esame di Stato, gli studenti hanno tutto il diritto di stare in classe, ne sono felici, lo sto vedendo, girando le scuole e facendo diverse visite, vogliono stare in classe ed è giustissimo che ci stiano", ha ribadito.

Riproduzione riservata ©
loading...