Italia

Corea del Sud, la gigantesca protesta dei camionisti non si arresta: centinaia di auto nuove non consegnate

(LaPresse) Ottavo giorno di proteste da parte dei trasportatori e camionisti in Corea del Sud per ottenere salari minimi adeguati. In alcune immagini aeree si vedono centinaia di auto nuove bloccate in depositi e parcheggi prima della consegna. Secondo il primo ministro i danni causati dalle manifestazioni e dal blocco dei trasporti potrebbero essere "irrecuperabili" per l'economia del Paese. Circa settemila camionisti hanno manifestato in 14 diverse città della Corea del Sud, causando ritardi nelle consegne soprattutto di acciaio, cemento e prodotti collegati al mercato dell'auto. Anche se al momento sembra che sia stato colpito solo il mercato interno, il rischio di causare problemi alle consegne a livello globali è molto alto.
Riproduzione riservata ©
loading...