Italia

Contro i deepfake, i video falsi che spopolano sul web, servono regole

di Nicoletta Cottone

Il deep fake, cioè la tecnica che sfrutta l'intelligenza artificiale per sovrapporre il volto di una persona a un'altra ripresa in un video, può essere usato per scopi criminali gravissimi. La conferenza “La minaccia del deepfake” organizzata a Roma da Videocittà, ha mostrato chiaramente, con l'aiuto del giornalista Rai Francesco Giorgino, come un deepfake può modificare un normale servizio del tg. Francesco Rutelli, presidente di Anica e di Videocittà, ha spiegato come ormai il deep fake sia una tecnica con cui si supera San Tommaso (“se non vedo, non credo”), perché non basta più vedere per poter credere. In ballo c'è “la manipolazione delle immagini e delle identità stesse delle persone”.

PER SAPERNE DI PIÙ
Deepfake, la manipolazione dei video si presta a crimini gravissimi
Riproduzione riservata ©
loading...