Italia

Consultazioni, Salvini: chi ha paura del voto non può scappare all'infinito

“Secondo il rituale siamo stati rapidi, precisi, diretti, onesti fino in fondo con il presidente Mattarella cui abbiamo espresso lo sconcerto non della Lega ma di milioni di italiani rispetto al teatrino della guerra delle poltrone che si verifica da giorni”. Lo ha detto Matteo Salvini al termine della seconda tornata di consultazioni al Quirinale. Conte, ha detto Salvini, ha trovato maggioranza su indicazione G7. “C'è “un premier su indicazioni diParigi, Berlino, Bruxelles, un Monti-bis. A qualcuno dava fastidio un governo che stava restituendo orgoglio, sovranità e futuro alle famiglie italiane”, ha affermato il leader della Lega.”La verità vera - ha detto - è che 60 milioni di italiani sono ostaggio di 100 parlamentari che hanno paura di mollare la poltrona. Qualcuno può dire,questa è la democrazia. Allora non ci si stupisca se la gente non vota”.Diretto l'attacco al Pd:”Dal Pd, partito incredibile, ci si aspetta di tutto in nome della poltrona, parlano di discontinuità con lo stesso presidente del Consiglio e gli stessi ministri”.Ha detto che “milioni di italiani si chiedono a che cosa serva votare se quelli che mandiamo a casa con le elezioni tornano dalla finestra con i giochi di palazzo. Dignità vorrebbe che ci fossero elezioni. Ma chi ha paura del voto non può scappare all'infinito”. Più tenero col M5S:”Non mi soffermo sul M5S, che sono abbastanza dibattuti tra loro”.
Riproduzione riservata ©
loading...