Italia

Consiglio d'Europa, Mattarella: "Russia si fermi e ritiri le truppe dall'Ucraina"

(LaPresse) "La pace non si impone automaticamente, da sola, ma è frutto della volontà degli uomini". Lo ha affermato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo intervento all'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa. "Imperialismo e neo-colonialismo non hanno più diritto di esistere nel terzo millennio, quali che siano le sembianze dietro le quali si camuffano. Non è più il tempo di una visione tardo-ottocentesca, e poi stalinista, che immagina una gerarchia tra le nazioni a vantaggio di quella militarmente più forte. Non è più il tempo di Paesi che pretendano di dominarne altri", ha aggiunto il Capo dello Stato. "Non si può arretrare dalla trincea della difesa dei diritti umani e dei popoli. Si tratta di principi che hanno saputo incarnarsi nella storia della seconda metà del '900 e, a maggior ragione, devono sapersi consolidare oggi. La ferma e attiva solidarietà nei confronti del popolo ucraino e l'appello al Governo della Federazione Russa perché sappia fermarsi, ritirare le proprie truppe, contribuire alla ricostruzione di una terra che ha devastato, è conseguenza di queste semplici considerazioni".
Riproduzione riservata ©
loading...