Storie di successo

“Coltivatori di emozioni”, la piattaforma per adottare un agricoltore a distanza

di Alessia Tripodi

Adottare a distanza un agricoltore per salvaguardare i territori rurali a rischio abbandono e tutelare le colture e i prodotti tipici italiani. E' l'obiettivo di “Coltivatori di Emozioni”, la prima piattaforma italiana di social farming che vuole creare una rete di agricoltori e sostenitori delle tradizioni contadine. Dal peperone Pontecorvo DOP di Frosinone al Morbidone dell'Oratino; dallo zafferano di Navelli fino ad arrivare al carciofo violetto di Niscemi in Sicilia, con una donazione in ore lavoro destinate alla semina, all’aratura, alla trebbiatura e alla raccolta è possibile adottare una delle tradizioni agroalimentari italiane. E con l'adozione si riceve un box regalo con i prodotti provenienti dalle aziende agricole sostenute. Paolo Galloso, CEO e Founder di “Coltivatori di emozioni”, ci racconta com'è nata e come funziona la piattaforma che ha collaborato anche con lo chef Simone Rugiati e con l'associazione dei Borghi più belli d'Italia.
Riproduzione riservata ©
loading...