Italia

Cecilia Strada a bordo della ResQ: "In mare per salvare vite"

Roma, 13 ago. (askanews) - "Gino è stato una grande figura nell ambito dell aiuto umanitario e ha fatto cambiare molte cose grazie ad Emergency e tutto quello che ha fatto. Ha sempre sostenuto concretamente che non c è essere umano preferito ad un altro, e l ha dimostrato con i fatti. È stato un grande pacifista, ha sempre curato i feriti e condannato le guerre.

Noi di RESQ abbiamo l onore di avere tra di noi la figlia Cecilia Strada, che in questo momento non può essere lì affianco a lui perché si trova in mezzo al mare a salvare le persone come suo padre e sua madre hanno sempre fatto.

La scomparsa di Gino Strada coincide con il primo salvataggio di 85 persone avvenuto oggi. Come ResQ dedichiamo a lui queste 85 vite umane, che porteremo in un luogo sicuro" afferma Luciano Scalettari, Presidente di ResQ.

La ResQ People, ieri pomeriggio, in missione di ricerca e soccorso nel Mediterraneo centrale, ha assistito a una intercettazione da parte della guardia costiera libica in zona SAR maltese. La ResQ People si stava dirigendo verso 3 imbarcazioni in legno, segnalate dall aereo di ricerca di Pilotes Volontaires. Una motovedetta della guardia costiera libica è sopraggiunta sulla scena e ha proceduto a intercettare i barchini, portando a bordo circa 40 persone. Il comandante della ResQ People ha contattato via radio la motovedetta libica, sottolineando che ci trovavamo in area SAR maltese. La ResQ People non ha potuto far altro che assistere a questo atto e documentare tutto.

La ResQ People era partita sabato 7 luglio dal porto di Burriana per la sua prima missione di ricerca e soccorso nel Mediterraneo centrale. A bordo 20 persone di equipaggio, provenienti da sei diversi Paesi.

Riproduzione riservata ©
loading...