Italia

Caso Neumair, il pm: "Vicenda chiama giustizia a definire pazzia"

Non è in aula Benno Neumair, il 31enne bolzanino reo confesso dell'omicidio dei genitori Peter Neumair e Laura Perselli. Presente invece la sorella Madè. E' cominciata in Corte d'Assise a Bolzano la fase finale del processo. "Questo processo è la cartina di tornasole di tutte le problematiche che la giustizia e la psichiatria hanno dovuto affrontare in materia di capacità di intendere e volere, ma ancora prima in materia di definizione della pazzia, ha detto in aula il pm Igor Secco "La società ha bisogno di essere rassicurata e vuole pensare che un delitto come questo sia stato compiuto da un matto. Ma così come tutti i matti non sono delinquenti, dobbiamo dire che non tutti i delinquenti sono matti", ha aggiunto il magistrato. Nel primo pomeriggio l'accusa formalizzerà le sue richieste alla corte.
Riproduzione riservata ©
loading...