Italia

Caos Procure, Csm: Palamara fuori dalla magistratura

Roma, 9 ott. (askanews) - Luca Palamara non è più un magistrato. L'ex numero uno dell'Associazione nazionale magistrati (Anm) ed ex consigliere del Consiglio superiore della magistratura (Csm) è stato è stato rimosso dall'ordine giudiziario per decisione della Sezione Disciplinare di Palazzo dei Marescialli, presieduta dal laico Fulvio Gigliotti, al termine di una camera di consiglio durata due ore e mezza.

Diverse le accuse nei confronti di Palamara; dalla "violazione dei doveri di correttezza ed equilibrio" al tentativo di danneggiamento e discredito nei confronti di alcuni colleghi.

Secondo l'accusa che si basa sulle migliaia di pagine di intercettazioni di chat e telefonate, Palamara e i deputati Luca Lotti e Cosimo Ferri hanno tentato di pilotare le nomine di capo della Procura a Roma e Perugia.

Per la pubblica accusa, l'incontro organizzato all'hotel Champagne di Roma, al quale erano presenti altri cinque consiglieri del Csm, rappresenta "un unicum nella storia della giustizia disciplinare e nella storia della magistratura italiana perché prova che in questo incontro un soggetto estraneo al ruolo istituzionale, Luca Lotti, ha direttamente interloquito e concorso alla scelta del vertice della procura che lo doveva giudicare in un processo".

Riproduzione riservata ©
loading...