ITALIA

Berlusconi sessista in Calabria: “In 26 anni non me l’ha…”

“Jole Santelli é una signora che conosco da 25 anni. Non me l'ha mai data, però l'ho avuta con me non solo come parlamentare all'interno dei miei gruppi, ma anche come sottosegretario alla Giustizia quando ero Presidente del Consiglio”, ha detto Silvio Berlusconi durante un comizio a Tropea avendo a fianco la stessa Santelli, candidata del centrodestra alla presidenza della Regione Calabria. “Jole - ha aggiunto Berlusconi - ha una capacità straordinaria nell'individuare i problemi e le loro soluzioni. Ma ha anche quella, ed è la cosa più importante, di indicare le cose da farsi e scegliere le persone in grado di metterle in atto”.
Anche nella tappa successiva a Lamezia Terme, Berlusconi non si risparmia e conferma quanto già detto a Tropea: “In 26 anni non me l'ha mai data. Adesso sarebbe stata perfetta perché, senza voce com'é, non avrebbe potuto andare in giro a raccontarlo”.
Attaccano le deputate democratiche Debora Serracchiani e Alessia Rotta “C'era bisogno dell'entrata in scena di Silvio Berlusconi per dimostrare una volta di più il vero volto della destra rispetto alle donne: retrogrado e sessista”.
Dure critiche anche di Camilla Sgambato, della segreteria Pd: “Le parole di Berlusconi nei confronti di Jole Santelli sono squallide e offensive”. “Le battute e gli atteggiamenti sessisti di Berlusconi non sono purtroppo una novità - dice Elisa Scutellà, deputata calabrese del Movimento 5 Stelle- . Ma il silenzio o addirittura la serenità con cui alcune donne si prestano alle sue scenette di livello sempre più basso suscitano sempre nuova tristezza”.
Riproduzione riservata ©
loading...