Italia

Assalto alla manovra: ora gli emendamenti scenderanno da 4.550 a 700

di Nicoletta Cottone

Sarà ridimensionata la valanga di 4.550 emendamenti che si è abbattuta sulla manovra all'esame del Senato della Repubblica. Scenderanno a 700 dopo la tagliola delle inammissibilità e l'indicazione da parte dei gruppi di quelli strategici e irrinunciabili. In testa Fi con 1.105 modifiche, seguita da Pd con 921, Lega con 905, Fratelli d'Italia con 523, gruppo Misto con 242, Italia Viva con 240 e gruppo per le Autonomie con 179. Il Pd punta ad alleggerire la plastic tax e la stretta sulle auto aziendali. Il M5S vuole l'obbligo di pagamento dell'Imu sugli immobili della Chiesa. La Lega punta sul ripristino della flat tax per i redditi dai 65 ai 100mila euro. Via plastic tax, sugar tax e auto tax. Italia viva preme per lo stop alle microtasse e a Quota 100. I capitoli più gettonati sono stati: plastic tax, sugar tax, auto aziendali, flat tax, pensioni ed enti locali. Emendamenti anche su affitti, famiglia, clima ed emergenza Venezia. Oltre alla ricostruzione nelle aree colpite dagli ultimi eventi sismici.
Per approfondire
Da 4.500 a 600 emendamenti, così il Governo frena l'assalto alla manovra

Manovra, Conte: orientata verso crescita duratura

Manovra, dalla Plastic Tax alla stretta sulle auto aziendali: ecco dove si giocherà la partita degli emendamenti
Riproduzione riservata ©
loading...