Italia

Aerei di Stato: ecco chi può volare e perché

di Nicoletta Cottone

Possono volare a bordo dei voli di Stato il capo dello Stato, i presidenti di Camera e Senato, il premier e il presidente della Corte costituzionale. Su specifica richiesta possono volare sugli aerei blu gli ex presidenti della Repubblica, i componenti del Governo, le delegazioni ufficiali degli Organi costituzionali. Devono provare imprevedibili e urgenti esigenze di trasferimento connesse all'esercizio delle funzioni istituzionali e l'impossibilità di provvedere con voli di linea. Il volo blu può anche essere disposto per ragioni sanitarie d'urgenza o per ragioni umanitarie. Per motivi di trasparenza tutti possono sapere chi vola e dove. I voli sono pubblicati mensilmente sul sito di palazzo Chigi col nome di chi vola, data e motivazioni. Il volo di Stato non è ammesso per le tratte sulle quali sia presente il trasporto ferroviario e il servizio possa assicurare il trasferimento in tempi e orari compatibili con gli impegni. L'impiego degli aerei di Stato è autorizzato esclusivamente dal sottosegretario di Stato delegato dal premier. L'ufficio per i voli di Stato è nell'ambito del Segretariato generale della Presidenza del Consiglio dei ministri.
Per approfondire
Tutti i voli di Stato del 2019: in testa l'ex ministra Trenta con 17 viaggi divisi in 49 tratte
Ecco tutte le regole per i voli di Stato: chi sale a bordo e perché
Salvini indagato per i voli di Stato, verifiche su 35 viaggi
Riproduzione riservata ©
loading...