Italia

#distantimauniti, i campioni dello sport contro il coronavirus

Restare a casa, rispettare la “distanza di sicurezza”, evitare il contatto fisico. Le distanze non devono separarci. Anche se sei giovane è il momento di rispettarle. Allunga un braccio verso l'altro e sembrerà quasi di toccarci. La campagna social #iorestoacasa, varata dal ministero per le politiche giovanili e lo sport, ha con forza sottolineato la necessità di queste misure. Ma stare a casa non significa essere soli, ma è una scelta da prendere per la cura di se stessi e degli altri. Perché siamo una comunità unita anche nella distanza. Ecco perché parte la nuova campagna: #DistantiMaUniti. Viene lanciata inizialmente da uomini e donne che rappresentano l'eccellenza dello sport italiano, ma il Governo intende coinvolgere tutti i cittadini, a partire dai più giovani che al momento sembrano sottostimare il rischio – personale e collettivo - e a cui è bene che il messaggio arrivi anche da personalità ampiamente riconosciute e apprezzate.
Per approfondire
Coronavirus, chi ha sintomi ma esce di casa rischia l'accusa di omicidio doloso
Riproduzione riservata ©
loading...