Verona, 21 feb. (askanews) - Motorizzazioni più efficienti, carburanti alternativi come l'Lng; tecnologie che hanno trasformato i mezzi di trasporto in veri e propri gioielli digitali, e presidi di sicurezza che cambiano radicalmente il modo stesso di guidare e vivere i mezzi di trasporto: sono solo alcune delle tematiche che Transpotec logitec - manifestazione di riferimento per il mercato italiano dell'autotrasporto e della logistica organizzata da fiera milano - sviluppa nel suo appuntamento biennale a verona fiere.

Ma con l'edizione 2019 si è assisto ad una importante evoluzione come spiega Giuseppe Garri, exhibition manager di Transpotec: non più solo mezzi, ovvero produttori e prodotti, ma anche le stesse imprese di autotrasporto hanno deciso di essere presenti in fiera insieme a aziende di supporto, e a quelle di tecnologie a servizio della mobilità. Ma non solo: anche i grandi committenti, come Ferrero o Coca cola hanno deciso di partecipare alle iniziative della manifestazione per confrontarsi e approfondire le diverse tematiche legate alla distribuzione dei prodotti in un'ottica di sistema.

Oltre 400 gli espositori, in crescita del 23 per cento sull'edizione precedent, un padiglione in più e un fitto programma di workshop ed eventi formativi. Tre, in particolare, le linee prospettiche delle novità presentate: sostenibilità, sicurezza, digitalizzazione.

Tra le altre novità dell'edizione 2019 di Transpotec logitec, infine, si distinguono il Logistic village, ideato e realizzato da Fiap, la federazione italiana autotrasportatori professionali, e la presenza di Alis, l'associazione logistica dell'intermodalità sostenibile, che in aggiunta alla proposta espositiva propone 20 sessioni tematiche di confronto sulle sfide della logistica: intermodalità, sostenibilità, efficienza.