Roma (askanews) - L'Ue rivede in peggio le previsioni di defict e debito dell'Italia, mentre il Fondo monetario internazionale teme le conseguenze di un possibile "contagio" da Roma alle economie europee più deboli. Sulla situazione del nostro Paese si è soffermato oggi anche il capo dello Stato Sergio Mattarella nel suo messaggio nel corso della cerimonia di consegna delle Insegne di Cavaliere del Lavoro al Quirinale.

"L'economia italiana presenta buoni fondamentali, a cominciare da quelle risorse di cittadini e imprese rappresentate dal risparmio delle famiglie e dall'avanzo della bilancia commerciale - ha ricordato il capo dello Stato -. Siamo in grado di fronteggiare le difficoltà che abbiamo davanti. Possiamo crescere e raggiungere migliori livelli di giustizia sociale", assicura Mattarella, secondo il quale "la più diffusa consapevolezza del bene comune aumenta la fiducia e la sicurezza nella società. Abbiamo assolutamente bisogno di ispirare fiducia. Le imprese lo sanno".