Santa Margherita di Pula (CA ) - Sostenibilità valore condiviso, etica nel business e nei modelli di produzione, responsabilità sociale di impresa: se ne parla tanto, soprattutto nei convegni e nelle campagne pubblicitarie. Ma poi, in concreto qual è la sostenibilità che viviamo? E' una realtà o solo o uno solgan?

Una voce molto critica sul tema è quella del sociologo Domenico De Masi, professore all'Università "la Sapienza". "E' una moda, assolutamente, quale etica - dice De Masi, introducendo la sua analisi - viviamo in una fase di cannibalismo. Abbiamo vissuto in periodo in cui c'è stata maggiore solidarietà, per esempio negli anni '60 quando si arrivò allo Statuto dei lavoratori; ma ora è una vera jungla, Viviamo in assenza di solidarietà e fiducia".

La fiducia è il tema dell'edizione 2019 de "Linkontro", l'appuntamento annuale dove Nielsen riunisce la business community e i principali player del largo consumo dove De Masi è intervento. E malgrado il pungolo critico del suo pensiero, De Masi ha trovato in realtà in questa un segnale molto positivo.

Alcuni dati presentati a Linkontro hanno messo in evidenza la forte attenzione dei consumatori verso il green il bio: per esempio i prodotti per la cura della casa con un claim "meno plastica" sono cresciuti nei primi quattro mesi del 2019 di ben il 24%.

De Masi, sottolineando questa domanda di rispetto ambientale dei consumatori ha invitato anche in questo caso a distinguere con attenzione tra le imprese che fanno davvero sostenibilità da quelle che fanno solo greenwhashing se non addirittura peggio, parlando di vera e propria pubblicità ingannevole. "Fortunatamente molti giovani e giovanissimi - ha detto De Masi - stanno imponendo l'attenzione di tutti sui temi dell'ambiente". E proprio puntando sui più giovani e sui comportamenti più semplici, per il sociologo, si può rendere possibile un profondo cambiamento in chiave sostenibile del nostro modo di vivere e convivere.

Consapevolezza nei mille gesti quotidiani, rifiuto dei facili slogan, e attenzione nel scegliere a chi concedere la nostra fiducia di consumatori: la sostenibilità è di certo impegnativa, ma vale la pena non risparmiarsi per perseguirla.