In Toscana l'attuale ciclo di fondi europei (2014-2020) ha attivato investimenti capaci di generare un aumento del Pil regionale dello 0,5%. E' il bilancio del presidente della regione, Enrico Rossi, abbiamo calcolato sul piano occupazionale un incremento di circa cinquemila nuovi posti di lavoro l'anno legato ai fondi.
La bocciatura da parte del Parlamento europeo del vincolo alle condizioni macroeconomiche degli stati, per Rossi, «è un segnale generale della tendenza in Europa ad affrontare diversamente le politiche economiche e della volontà di superare la logica dell'austerità. Alcuni analisti sostengono che avremmo bisogno di un'Europa che investa il doppio, il triplo di quanto non investa ora, quindi se fosse rimasto il vincolo il rischio sarebbe stato che alcuni Stati avrebbero continuato ad arretrare sempre di più».