Milano (askanews) - Masticare bene e a lungo fa bene alla salute, della bocca e della mente. Ma, per quanto naturale, bisogna anche imparare a masticare in modo corretto, così come si impara a perseguire una corretta igiene orale.

Maria Grazia Cagetti - professore aggregato del Dipartimento di Scienze Biomediche, Chirurgiche e Odontoiatriche dell'Università degli Studi di Milano - mette in evidenza come una corretta igiene orale e una corretta masticazione debbano andare di pari passo; e debbano essere insegnate ai bambini il prima possibile. Ecco i suoi consigli: "Quello più importate, fondamentale, e che tutti credono di sapere è di lavarsi i denti e di mangiare il più correttamente possibile, senza tanti zuccheri semplici. Ma forse quello che bisognerebbe dare è quello di insegnare ai bambini a masticare - spiega il professore - Sembra una cosa scontata che tutti dovrebbero acquisire in modo autonomo, ma purtroppo le abitudini quotidiane ci portano a mangiare cibi pre-masticati. E come tali a disabituare i bambini al cibo solido, che viene introdotto sempre più tardivamente. E il bambino non impara a masticare. Questo porta a due problematiche. Una: manca l'auto-detersione fatta dalla masticazione, dalla saliva, e dai muscoli. Due: una crescita sbagliata perché i muscoli agiscono anche sulle strutture dentali e ossee".

Ma come si impara a masticare, cosa può aiutare: una gomma? "Sicuramente l'uso del chewing gum può essere una alternativa - conferma Maria Grazia Cagetti - questo naturalmente quando i bambini sono già in grado di capire che a un certo punto questo va sputato; cosa che avviene normalmente a tre quatto anni. Ma anche un cibo solido, per esempio la frutta, quella con più fibre, può essere utile per abituarsi. Il chewing gum può essere senz'altro una strategia se il bambino lo gradisce. Naturalmente un chewing gum privo di zuccheri semplici, perché altrimenti se da un lato procura un beneficio, dall'altro può ipoteticamente aumentare i fattori di rischio per la carie".

Allargando la ricerca si è scoperto che a trarre benefici dal consumo di gomme da masticare non sono solo i bambini: anche gli adulti sono interessati ad una serie di ricadute positive, e in ambiti inaspettati.

Vale la pena sottolineare che quanto emerge dalla ricerca clinica è già ampiamente condiviso e recepito dalla comunità medica. "Il beneficio della masticazione è noto da tempo ed è ormai ben consolidato all'interno della ricerca sia per quanto riguarda i benefici della saliva; sia nei bambini per prevenire patologie di struttura del massiccio facciale - sottolinea Cagetti - E per l'adulto ci sono molti studi che ci dicono che più precocemente si perdono i denti, e meno si usano, più probabilità ci sono di perdere funzioni del sistema cognitivo: ormai sono dati".

A questo punto, visti gli effetti benefici generati, anche la stessa gomma da masticare, le sue caratteristiche e il suo consumo, sono stati posti al centro di ricerche mediche e nuovi approfondimenti sono stati avviati. "Le ricerche ci sono, per esempio sullo xilitolo, che tutti conoscono come prodotto che aiuta la prevenzione della carie, che potrebbe essere usato anche per prevenire non solo la carie ma anche le malattie delle gengive e dei tessuti di supporto del dente".

Masticare bene, per vivere meglio, quindi? "Assolutamente sì. Masticare fa bene alla digestione, alla salute delle gengive, e dei denti. E anche al nostro cervello".