Milano (askanews) - Si chiama "The frequency of love", la frequenza dell'amore. Ed è la trasformazione dei canti di corteggiamento delle balene, le megattere, in musica, attraverso un telefono cellulare. Con un'equipe di sviluppatori e la collaborazione scientifica del WWF Italia, Huawei ha insegnato allo smartphone Mate 20 Pro, dotato di intelligenza artificiale, a riconoscere le frequenze dei vocalizzi delle megattere nella fase amorosa e a collegarle, in base ai toni e alla loro posizione all'interno del canto, ad una progressione armonica: una vera e propria canzone. Tutto questo, attraverso una app.

Ma a che cosa serve l'intelligenza artificiale in un telefonino? E' davvero utile? Lo abbiamo chiesto a Isabella Lazzini, marketing retail director Huawei Italia.

"Oggi le persone fanno foto e video, il primo beneficio dell'intelligenza artiiciale è elevare la qualità di foto e video che vengono girati. L'intelligenza artificiale sulle foto consente per esempio di applicare per esempio effetti particolare per esaltare la bellezza della foto stessa. Nel campo video, oggi l'intelligenza artificiale consente di applicare in real time effetti cinema. Questo che cosa significa? Che piuttosto che fare post produzione io sono già in grado, real time, di fare un video con effetti straordinari. E questa sera credo che con il progetto 'Frequency of love' abbiamo fatto sognare gli italiani su quello che può essere ili beneficio nel futuro dell'intelligenza artificiale in generale. Perché ci facciamo portavoci con la nostra tecnologia della tutela dell'ambiente. Abbiamo spiegato come il canto d'amore delle megattere sia stato tradotto, attraverso il nostro Kiri 980, il processore, in una vera e propria melodia condivisibile con il grande pubblico. E quindi vogliamo sensibilizzare anche le persone, e quindi vestire la tecnologia per una volta anche di responsabilità sociale."

Con The Frequency of Love, Huawei sostiene l'impegno del WWF Italia per la salvaguardia dei cetacei del Santuario Pelagos, nel Mediterraneo. La società è l'unico marchio cinese inserito dalla rivista Forbes nella lista dei Most valuable brands del mondo. Il modello Mate 20 pro, da poco sul mercato, ha il triplo obiettivo, tra cui una lente ultra grandangolare Leica che permette anche scatti a distanza ravvicinata, fino a 2,5 cm. E soprattutto la doppia "artificial intelligence".

La serie Huawei Mate 20 si caratterizza infatti anche per la lunga durata della batteria, fino a due giorni; per la possibilità di reverse charge, cioè il trasferimento rapido della carica a un altro dispositivo con la stessa caratteristica, e per l'hi vision, cioè la capacità di riconoscere gli oggetti inquadrati e fornire informazioni su di essi.