Roma, 22 mag. (askanews) - Nel 2019 Pil italiano in deciso rallentamento rispetto all'anno precedente, secondo il rapporto Istat sulle prospettive per l'economia italiana nel 2019: è previsto in crescita dello 0,3% in termini reali, rispetto al +0,9% dello scorso anno. Uno scenario che vede una "significativa" revisione al ribasso. rispetto al quadro diffuso a novembre 2018 con un +1,3%.

La decelerazione dei ritmi produttivi, sottolinea l'Istituto di statistica, inciderebbe anche sul mercato del lavoro. Nel 2019 si prevede che l'occupazione rimanga sui livelli dell'anno precedente (+0,1%) mentre si registrerebbe un lieve aumento del tasso di disoccupazione (al 10,8%).

Previsto inoltre "un moderato incremento dei consumi delle famiglie", sostenuto, si spiega, "dall'aumento del monte salari e, in misura limitata dalle misure sul reddito di cittadinanza". Nel dettaglio, nel 2019 in Italia la spesa delle famiglie è "prevista crescere a un tasso simile a quello del 2018 (+0,5% rispetto a +0,6%)". I consumi, seppure in marginale rallentamento rispetto all'anno precedente "costituiranno la principale componente a sostegno della crescita mentre la spesa per gli investimenti segnerà - spiega l'Istat - una decisa decelerazione".