Rafforzare e migliorare i controlli di primo livello per contenere il fenomeno delle frodi comunitarie del nostro Paese. È il fronte sul quale sono impegnati i commercialisti italiani con un progetto, ideato dal Consigliere nazionale Marcella Galvani e promosso dal Consiglio Nazionale dei commercialisti, e sostenuto dal Comitato per la lotta contro le frodi nei confronti dell'Unione europea (Colaf), istituito presso la Presidenza del Consiglio e l'Agenzia per la Coesione territoriale. Il progetto è stato presentato a Roma alla presenza del ministro per gli Affari europei e presidente del Colaf, Paolo Savona, del ministro per il Sud con delega alla coesione territoriale, Barbara Lezzi, e del presidente del Cndcec Massimo.