Milano (askanews) - La tecnologia ha cambiato il mondo della consulenza finanziaria, mutano le esigenze dei clienti e diventano sempre più ricercate le competenze dei professionisti del settore. Per essere competitivi si punta sulla formazione. Lo spiega Stefano Gallizioli, Responsabile servizi bancari e sviluppo rete di Fideuram, società del gruppo Intesa Sanpaolo. "Il nostro modello formativo è incentrato sul campus, un modello di formazione online e territoriale partito oltre sei anni fa. Nella struttura fisica di Peschiera Borromeo teniamo dei corsi frequentati da consulenti che arrivano da tutta Italia. Durante questi corsi, oltre ad arricchirsi delle competenze, delle conoscenze e dell'innovazione, i consulenti hanno l'occasione di stare insieme per condividere esperienze e far emergere le best practice della rete", racconta Gallizioli.

Per valorizzare le conoscenze acquisite, Fideuram ha sviluppato con l'Università Cattolica un percorso per certificare le competenze dei consulenti. "Poter avere una certificazione di un ente terzo, di una università, consente di proporre ai clienti, e ai nuovi potenziali, una qualità che viene certificata - spiega Gallizioli - I primi consulenti che hanno completato il percorso formativo sono arrivati a completamento a giugno-luglio e con il primo gruppo siamo andati all'Emmanuel College di Boston per affiancare la certificazione ad un corso sui mercati internazionali. In questi giorni stiamo proseguendo con un secondo gruppo di 150 colleghi presso la Regent's University di Londra. E nel corso del prossimo anno - spiega - certificheremo altri 500 consulenti finanziari". Un percorso ormai spedito che proseguirà in futuro. "L'obiettivo che ci siamo posti nei prossimi due anni è di arrivare alla certificazione di circa metà della rete. Ma il vero obiettivo personale è riuscire a certificare nei prossimi anni tutti i consulenti finanziari del nostro gruppo", conclude Gallizioli.