La Corte dei conti europea ha pubblicato un report sul periodo di programmazione 2007-2013, durante il quale alcuni paesi, tra cui l'Italia, hanno avuto bisogno dell'aiuto della Commissione per accelerare la spesa dei fondi strutturali ad essi assegnati. I revisori dei conti dell'Unione europea chiedono che questa accelerazione non sia a scapito della qualità dei progetti e dei risultati. Per non perdere tempo all'inizio del periodo di programmazione suggeriscono che la Commissione adotti un “calendario” per la negoziazione e l'approvazione dei programmi regionali e nazionali (Por e Pon).