Roma, (askanews) - Vediamoci per inserire nella manovra emendamenti a favore della scuola e del diritto allo studio. E' l'appello lanciato dal ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, rispodendo a degli studenti che gli hanno dedicato un video, dopo la manifestazione per il diritto allo studio.

"Incontriamoci e mettiamoci al lavoro sulle cose che servono alla scuola - ha detto il ministro in un video su Facebook -. Propongo di vederci al ministero o se volete in una scuola o università. Chiamerò il ministro per l'Istruzione Marco Bussetti e verremo assieme".

"Spero che dopo il nostro incontro - ha aggiunto Di Maio commentando la proclamazione da parte degli studenti dello stato di agitazione permanente - si possa dichiarare lo stato di partecipazione permanente, con il quale scriviamo nella Legge di Bilancio quello che serve per la scuola e il diritto allo studio".

"Lunedì approveremo la Legge di Bilancio - ha concluso il ministro - ma poi ci saranno almeno tre letture in Parlamento. Lì si potranno aggiungere nuove cose che spero siano ilo frutto del lavoro che faremo insieme".