Milano (askanews) - Assofranchising premia i migliori operatori del settore e lancia un Master universitario per chi si vuole inserire nel mondo delle imprese affiliate a un marchio. Un settore che nel 2017 ha conosciuto un anno record, con un aumento del giro d'affari del 2,6 per cento rispetto all'anno precedente e dell'1,9 per cento dei punti vendita.

Lo spiega in dettaglio Italo Bussoli, presidente di Assofranchising: "I dati dicono che i franchisor sono in crescita, anche se moderata. I franchisee, cioè gli affiliati, sono decisamente in crescita: 53mila punti vendita. Il fatturato è attorno ai 24,5 miliardi di euro, quindi punti di pil e gli addetti al settore sono quasi duecentomila, quindi un settore che conta".

Al franchising si avvicinano sempre di più i giovani e le donne: "E' decisamente un mondo giovane e al femminile - ha aggiunto Bussoli - Mondo giovane perché tra i 25 e i 55 anni c'è quasi il 90 per cento del totale. E le donne cubano quasi al 37/40 del totale del mondo del franchising, e peraltro sono molto brave".

Ma come avvicinarsi a questo mondo? "Abbiamo proposto e presentato un Master del franchising - ha replicato Bussoli - in assonanza con L'Università a Sapienza di Roma che consentirà a chi è studente di avere dei crediti universitari, a chi è già laureato un upgrade del proprio curriculum e a chi non è laureato di apprendere una conoscenza, a livello universitario, per potersi inserire nel mondo del franchising".

Una giuria di cinque esperti dell'Italian franchising award, promosso da Assofranchising, ha assegnato 10 premi alle aziende che si sono distinte per il miglior marketing, la migliore assistenza, la performance di mercato più brillante, l'attenzione per i clienti e altri criteri.

Il Premio della giuria è stato conferito a Burger King. Ma che cosa ha portato a questo riconoscimento? Lo spiega Filippo Maria Catenacci, Head of franchising Burger King Italia": "Sicuramente il duro lavoro, l'attenzione ai dettagli. L'importanza del nostro marchio è fondamentale. E quindi se penso alle due categorie direi tanta innovazione, tanta attenzione alla tecnologia e alle esperienze dei clienti nei nostri ristoranti. E connesso con questo l'attenzione ai clienti, a tutto quello che ruota intorno all'offrire loro il miglior prodotto nei migliori ristoranti possibili".