Effetto Germania per la produzione industriale italiana che cala a novembre del 2,6% rispetto all'anno scorso e dell'1,6% rispetto ad ottobre. Un dato peggiore del previsto che fa prefigurare una recessione tecnica alle porte, ossia due trimestri di caldeo del prodotto interno lordo. Effetto del crollo della produzione industriale tedesca e in particolare del settore auto che condiziona pesantemente l'operatività di numerose piccole e medie imprese metalmeccaniche italiane. La preoccupazione nei settori produttivi è alta e in discussione anche la manovra recentemente approvata, visto il rischio di un inferiore un gettito al fisco rispetto solo a quanto preventivato pochi giorni fa. Quali sono però gli elementi di speranza che abbiamo di fronte? È possibile che i prossimi dati possano migliorare? Ecco un estratto del videoforum del Sole 24 Ore in cui è intervenuto Luca Orlando.
PER SAPERNE DI PIÙ
La produzione industriale crolla a novembre: -2,6%, maggior calo da ottobre 2014. Per l'auto -19%
Industria, perché la frenata globale colpisce il «fanalino» Italia