Finanza

La giornata dei mercati

Chiusura fiacca per le Borse europee nella seduta del 7 ottobre 2020. Gli indici non hanno beneficiato dell'apertura di Trump ad aiuti mirati all'economia, una piccola inversione di rotta rispetto al precedente stop alle discussioni sul nuovo pacchetto di incentivi fiscali. Così Milano ha chiuso invariata, con lo spread in calo a 127 punti, dopo avere toccato il minimo da aprile 2008. Parigi ha ceduto 3 decimi, Francoforte e Londra hanno finito poco sopra la parità. Gli investitori cercano di capire come evolverà la pandemia e se saranno varate nuove misure restrittive. Per quanto riguarda i titoli, a Piazza Affari sprint di Enel (+3,1%), dopo i “buy” di Societe Generale e Mediobanca, e buon andamento per Ferrari e Buzzi. In coda invece Nexi (-5,7%), dopo il collocamento da parte dei fondi Mercury di una parte della loro quota. Deboli anche i petroliferi con il nuovo ribasso del petrolio, dopo l'aumento superiore alle stime delle scorte americane. Infine sul valutario l'euro ha recuperato terreno a 1,1763 dollari
Riproduzione riservata ©
loading...