Finanza

La giornata dei mercati

Chiusura senza brio nella seduta di giovedì 10 settembre per le Borse europee, che, dopo i continui cambi di fronte della seduta, non hanno trovato spunti nelle decisioni di una Bce attendista e nelle parole della presidente Christine Lagarde. Così Milano, unica in positivo grazie a Nexi e alle banche, ha finito a +0,25%, Parigi in calo dello 0,38%, Francoforte dello 0,21%, Madrid dello 0,3% e Londra sulla parità. Lagarde ha usato morbide anche sull'apprezzamento dell'euro, che è salito fino a 1,1975 dollari, per poi assestarsi poco sotto 1,19. Per quanto riguarda i titoli, Piazza Affari si è mantenuta sopra la parità grazie alle banche (Banco Bpm +7,24, Mediobanca +4,14%, Bper +2,57%), in recupero in tutta Europa, e a Nexi (+6,81%), in attesa della fusione con Sia e con le novità in arrivo dal Governo sui pagamenti elettronici. Acquisti anche su Fca (+2,85%), con gli analisti positivi sulla nuova Maserati e gli investitori incoraggiati dalle parole del Ceo Manley sulla società e sulla fusione con Psa.
Riproduzione riservata ©
loading...