La Borsa Oggi

La Borsa, gli indici del 15 luglio 2022

I rimbalzi dei settori auto ed energia hanno spinto i listini europei che chiudono in positivo l'ultima seduta di una settimana nervosa, segnata dal picco dell’inflazione statunitense e dall’incertezza sulle mosse delle banche centrali. A Piazza Affari il Ftse Mib è salito dell’1,84%, Parigi del 2% e Francoforte del 2,8%. I negativi dati cinesi non hanno frenato il recupero degli indici continentali, che hanno anche archiviato un ennesimo calo del mercato auto. Un numero che ha invece dato sollievo ai listini è stato quello sulle vendite al dettaglio negli Stati Uniti migliori delle attese. Per quanto riguarda i titoli, a Milano hanno chiuso in testa al Ftse Mib Intermpump, Pirelli e Iveco Group, con rialzi del 5,6%. Segno opposto per Saipem (-29,9%), con le banche del consorzio di garanzia che hanno il 29% del capitale post aumento e ne venderanno circa il 20%. Le migliori del listino sono state Rcs Mediagroup (+15%) e Cairo Communication (+13,5%), grazie alla “pace” con il fondo Blackstone sull’immobile di Via Solferino a Milano, storica sede del Corriere della Sera.
Per approfondire:
La giornata dei mercati
Riproduzione riservata ©
loading...