Trading

Evitare obbligazioni ad alto rating, tasso fisso e scadenza lunga

Nonostante l'inflazione sia salita al 5% negli Usa (dato annuale maggio 2021), la Fed manterrà in futuro un approccio accomodante, tollerando anche un'inflazione stabilmente sopra il 2%. Un po' meno disponibile la BCE, nella quale diversi Paesi sono più restii a tollerare livelli alti di inflazione. Il tasso segue dinamiche contrastanti, da un lato è tenuto basso da un'economia ancora in ripresa, dall'altro è portato su da una crescente richiesta di materie prime che arriva dall'Asia. In questo contesto, gli asset a maggior rischio sono quelli più condizionati dall'andamento dei tassi. L'analisi di Davide Chiantore, gestore di Abalone Graff.
Riproduzione riservata ©
loading...