Nel 2018 sono state 114 le società (l'ultima è Edilizia Acrobatica qualche giorno fa) quotate all'Aim, il listino di Borsa Italiana dedicato alle pmi, con una capitalizzazione complessiva di 7,4 miliardi.«E' stato un anno record con 25 matricole e solo 3 sull'Mta: il rapporto è ormai di 9 a 1 - spiega Anna Lambiase, amministratore delegato di Ir Top consulting che ha organizzato la V edizione dell'Aim investor day a Palazzo Mezzanotte-. I settori più presenti su questo listino sono finanza – con le spac -, industria e media, mentre per quanto riguarda la rappresentatività territoriale c'è la Lombardia in testa, seguita da Emilia Romagna e Lazio». Le società quotate all'Aim rappresentano una buona occasione di investimento per gli istituzionali italiani e stranieri. «Tanto è che la componente estera ormai è pari al 52% del valore dell'investimento detenuto dagli istituzionali su Aim Italia – precisa l'ad - Il primo investitore è la Svizzera, poi arrivano Uk, Spagna e Stati Uniti con un investimento medio di 1 milione».