Economia

Welfare, Conte premia 78 imprese per focus su sicurezza e salute

Roma, 22 set. (askanews) - È stato il premier Giuseppe Conte in persona a premiare le 78 imprese vincitrici della quinta edizione Welfare Champion 2020, promosso da Generali, che hanno ottenuto le 5 W nel rating Welfare Index Pmi: 78 storie di imprese che hanno messo la salute e la sicurezza al centro dei propri obiettivi aziendali e che sono punto di riferimento delle comunità.

Un'edizione diversa dalle precedenti perché racconta di come le piccole medie imprese siano state un punto di riferimento fondamentale in questo anno così difficile.

"È nel nostro dna abbracciare le prassi socialmente responsabili, le migliori prassi del welfare aziendale. Noi ce la metteremo tutta. Questo è il futuro, per essere competitivi, per aumentare i livelli di produttività, bisogna predisporsi a recepire queste premure anche all'interno delle strategie imprenditoriali. Solo così potremo essere più competitivi e rendere il paese più moderno".

Il premier Conte ha sottolineato i sacrifici affrontati dalle imprese durante l'emergenza Covid: "La crisi del Covid-19 ci ha portato a riscoprire l'importanza della salute e della sicurezza della persona come precondizione essenziale per lo sviluppo e a non pensarle più come semplici conseguenze dell'attività economica".

"È stata una prova difficile, difficilissima. Non è ancora terminata questa prova, non siamo nella fase più acuta ma facciamo bene a non abbassare la guardia. Se guardiamo anche gli altri paesi europei vediamo che il livello di contagio sta salendo notevolmente, dobbiamo non abbassare la guardia, dobbiamo rispettare quelle regole precauzionali che ci consentiranno di proseguire nella vita sociale, economica ed iniziare a programmare ed attuare una seria ricostruzione del nostro tessuto economico-sociale".

Marco Sesana, amministratore delegato di Generali Italia: "Tutti i fatti che abbiamo visto raccontati in questa edizione di Welfare Index ci dicono che l'approccio al Welfare sta cambiando radicalmente. È iniziato con esempi sporadici, sta diventando una pratica importante delle nostre aziende. Quello che emerge è un approccio al welfare molto più maturo, molto più strutturato, che guarda di più al lungo periodo e che ha una rilevanza, sia individuale per l'impresa, che sociale, molto diversa".

"Credo che questa è la prima grande indicazione: essere strategici, quindi selezionare iniziative per il Recovery Fund che aiutino imprese come quelle che vediamo qui, esempi fantastici di resilienza e strategicità".

Alla premiazione anche Stanislao Di Piazza, sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle politiche sociali: "Oggi come non mai, noi come governo dobbiamo cercare di utilizzare il recovery fund, cercando di capire quali possano essere quei progetti all'interno dei cluster maggiormente individuati".

Riproduzione riservata ©
loading...