Economia

Vicenza capitale della mobilità sostenibile

  • 05:20

Vicenze, 19 set. (askanews) - Dal 4 al 12 ottobre Vicenza sarà capitale della mobilità sostenibile grazie all'evento Citemos (Città Tecnologia Mobilità Sostenibile) organizzato dalla locale Confartigianato. "Vicenza tra le prime - dice il presidente nazionale di Confartigianato Giorgio Merletti - si è mossa sul tema della mobilità sostenibile e della trasformazione di veicoli tradizionali in veicoli elettrici, il che si è portato dietro l'intera filiera, dalle batterie agli altri componenti. Al Fuori Expo di Milano 2015 abbiamo presentato dei prototipi di veicoli elettrici realizzati proprio a Vicenza da nostri artigiani. Quindi c'è ormai una tradizione consolidata di cui andiamo orgogliosi. Noi artigiani viviamo sul territorio, non andiamo a lavorare in elicottero. Chi più di coloro che vivono sul territorio è interessato all'ambiente? Siamo attori economici e attori sociali nella comunità. E poi noi non ci tiriamo mai indietro e siamo curiosi, dalla robotica alla persona. Abbiamo sempre detto che l'attenzione alla sostenibilità e all'ambiente non deve essere una moda. Già sette anni fa, quando sono diventato presidente di Confartigianato, abbiamo dedicato a questi temi la nostra Conferenza programmatica, con iniziative mirate. Veniamo guardati in modo riduttivo come produttori che usano le mani, ma noi abbiamo presente tutto il ciclo produttivo, dalle materia prime al prodotto finito, e utilizziamo ormai diffusamente le nuove tecnologie. E a chi ci chiede se abbiamo paura dell'innovazione e dei robot rispondiamo che abbiamo paura dell'ignoranza, non delle nuova tecnologie, che sono pioenamente inserite nei nostri processi produttivi. E questo è stato anche uno stimolo per far entrare nelle nostre aziende le nuove generazioni: mia figlia non fa molto il falegname, ma si occupa delle nuove tecnologie, dell'informatica e del "dialogo" digitale con le macchine. La nostra recente Summer School è stata dedicata proprio a questo e abbiamo detto chiaramente che non possiamo restare fuori da questo nuovo mondo. All'evento di Vicenza auguro che abbia grande successo, che non sia una moda, che contribuisca a diffondere conoscenze e competenze: come le nuove tecnologie, anche l'attenzione all' ambiente deve spingerci a vivere con più responsabilità, a cominciare dalla gestione corretta dei rifiuti: e lo dico da ex guardia ecologica volontaria".

Riproduzione riservata ©
loading...

Ultime dalla sezione