Economia

Twitter, il fondatore Dorsey lascia a sorpresa la guida

Milano, 30 nov. (askanews) - Titolo altalenante in Borsa per Twitter dopo l'annuncio delle dimissioni del co-fondatore Jack Dorsey, che ha lasciato il suo ruolo di amministratore delegato. A capo dell'azienda arriva il chief technology officer (CTO) Parag Agrawal.

L'abbandono a sorpresa pone fine al criticato doppio mandato di Dorsey di amministratore delegato sia di Twitter che di Square, la sua società di pagamenti digitali, che ha portato gli azionisti di Twitter Elliott Management e l'investitore miliardario Paul Singer a chiedergli di dimettersi da uno di questi incarichi.

Ieri le azioni di Twitter sono salite dell'11%, prima della sospensione. Oggi dopo un inizio in rialzo sono in rosso.

Dorsey si dimetterà immediatamente dagli incarichi operativi, ma resterà nel consiglio di amministrazione fino all'assemblea degli azionisti di Twitter nel 2022.

"Ho deciso di lasciare Twitter perché credo che l'azienda sia pronta ad andare oltre i suoi fondatori. La mia fiducia in Parag come CEO di Twitter è profonda. Il suo lavoro negli ultimi 10 anni è stato trasformativo. Sono profondamente grato per la sua abilità, il suo cuore e la sua anima. È il suo momento di guidare" ha detto Dorsey.

45 anni, Dorsey ha co-fondato il sito di microblogging nel 2006 e ha pubblicato il primo tweet al mondo: "Sto solo configurando il mio twttr".

Ha co-fondato Square nel 2009, dopo essere stato estromesso dall'incarico di vertice di Twitter, prima di tornare come amministratore delegato della società di social media nel 2015.

Le sue partecipazioni in Twitter e Square hanno consentito a Dorsey di accumulare una fortuna personale di oltre 12 miliardi di dollari, secondo Forbes. Ad aprile Dorsey ha annunciato che avrebbe donato un miliardo a programmi di soccorso per il coronavirus, alla "salute e all'istruzione delle ragazze" e allo studio del reddito di base universale.

Riproduzione riservata ©
loading...