Economia

SIMEST: doppia Transizione green e digitale grazie al Fondo 394

Roma, (askanews) - Il Fondo 394, gestito da SIMEST, veicola risorse per 1,2 miliardi di euro del Next Generation Eu, grazie a tre nuovi finanziamenti: Transizione digitale ed ecologica delle PMI; Partecipazione a fiere e mostre internazionali e Sviluppo dell'e-commerce. Carolina Lonetti, responsabile finanza agevolata SIMEST illustra come funziona lo strumento Transizione ecologica e digitale e quali spese copre.

"Probabilmente è il prodotto più versatile tra i tre. Consente di finanziarie l'intero processo di informatizzazione per rendere completamente digitali le attività aziendali, per apparecchiature elettroniche hardware e software che possono essere acquisite ex novo con maggiori standard qualitativi e minore impatto ambientale. Può essere usato per creare una piattaforma Crm o per potenziarla. Per pagare la consulenza di un digital manager che aiuti l'impresa a capire come digitalizzarsi. Non dimentichiamo il restante 50% che riguarda spese per la sostenibilità come il rinnovo del parco auto dell'impresa o dei veicoli commerciali, l'implementazione dei pannelli fotovoltaici o l'efficientamento energetico, idrico o di smaltimento dei rifiuti aziendali".

Quali sono i punti di forza? "Sicuramente il tasso agevolato e la percentuale del fondo perduto fino al 25% per pmi residenti in regioni diverse dal Mezzogiorno e fino al 40% per le pmi residenti in regioni del Mezzogiorno, in coerenza con l'obiettivo nazionale di riduzione dei divari territoriali. Non da ultimo la totale esenzione delle garanzie". "E da ultimo il canale di distribuzione: il Portale di SIMEST si è rivelato uno strumento agile, alla portata di qualunque impresa. In grado di gestire numeriche importanti, anche a fronte dell'estrema granularità dei finanziamenti che stiamo gestendo".

Riproduzione riservata ©
loading...