Economia

Seltis Hub, un nuovo volto nel segno dell'innovazione

Milano, 16 mag. (askanews) - Un nuovo volto per Seltis Hub. Attraverso un video istituzionale e una veste rinnovata del corporate website la società partecipata di Openjobmetis, unica Agenzia per il Lavoro quotata in Borsa Italiana, consolida il proprio percorso per affermarsi come player d'eccellenza in ambito HR. E lo fa nel segno dell'innovazione, come ha spiegato Federico Campiotti, direttore commerciale di Seltis Hub: "Siamo giunti alla maturazione di un percorso, il nostro nome ce lo dice: Seltis Hub. L'hub è un luogo dove si incontrano competenze ed esperienze. Questo è stato per noi il 2021, un anno di acquisizione, acquisizione di nuovi colleghi e di nuove competenze, fino a creare la nostra proposta e il nostro modo di essere. L'innovazione la portiamo quotidianamente nel nostro lavoro, nel nostro approccio con i clienti e con i candidati, ma non solo in questo. Abbiamo digitalizzato tutti i processi che sono a corollario di un buon processo di ricerca e selezione. Questa per noi è l'innovazione: approfittare del digitale in un processo tradizionale"

Con un focus su tre ambiti specialistici di ricerca e selezione - Middle & Top Management, tech e digital, e categorie protette - Seltis Hub si propone ad aziende e candidati come un aggregatore di competenze altamente specializzate.

"Riteniamo innovativa la nostra offerta anche perché diamo la possibilità ai nostri clienti di poter scegliere che tipo di servizio ricevere: un servizio tradizionale di ricerca e di selezione completa, che accompagna il cliente dall'inizio della stesura di una job description alla presentazione del candidato in azienda. Ma siamo anche proprietari di due piattaforme digitali, due job board, una è Meritocracy e l'altra è Jobmetoo, verticali - quindi it, digital e categoria protette - che permettono ai clienti di gestire in totale autonomia in maniera digitale il processo di reclutamento delle persone.

Un reclutamento che nel mondo HR negli ultimi tempi deve fare i conti con il fenomeno della Great Resignation, il boom di dimissioni volontarie.

"Sono cambiati i valori, i paradigmi e le modalità di scegliere. Noi suggeriamo ai clienti non di presentarsi, tramite un processo di employer branding, più belli e diversi rispetto a quello che si è. Bisogna capire quello che oggi vuole il mercato, quello che si è, e portare al di fuori questi valori"

Il segreto poi, ha concluso Campiotti, è di "fare leva sui propri punti di forza".

Riproduzione riservata ©
loading...