Economia

Roma, lavoratori ex-Ilva in piazza: "No esuberi, andremo avanti"

Roma, 10 dic. (askanews) - Migliaia di lavoratori sono scesi in piazza a Roma, a Santissimi Apostoli, per protestare contro gli esuberi annunciati da ArcerlorMittal. Fra loro almeno mille sono arrivati dall'ex Ilva di Taranto, ma anche da Genova e Racconigi. Il ritrovo della manifestazione organizzata da Cgil, Cisl e Uil.

Chiedono esuberi zero, rigettano il nuovo piano industriale proposto da ArcelorMittal e chiedono fatti al governo. Un operaio dell'ex Ilva: "Chiediamo esuberi zero e rigettiamo il nuovo piano industriale di ArcelorMittal. Non vogliamo proprio sentirne parlare, non ci devono essere esuberi. Abbiamo un accordo, sottoscritto un anno fa, quell'accordo non produce esuberi, ha all'interno tutte le innovazioni tecnologiche ambientali e sulla sicurezza e sul rilancio della fabbrica. ArcelorMittal viene dopo un anno a Roma, ci convoca e ci presenta un nuovo piano industriale con 6.300 esuberi? Rispediamo tutto al mittente. Le multinazionali devono capire che gli accordi, nel nostro Paese, vanno rispettati. E guai se non vengono rispettati".

"E' chiaro che non ci fermiamo qui. A Taranto ci sono lavoratori fermi in Cassa integrazione dal 2012".

Il segretario della Cgil, Maurizio Landini, ha aggiunto: "Il messaggio nostro è sia rivolto al governo perché ci sia una politica industriale che dia un'idea di futuro al Paese e alle imprese perché deve prevalere chi vuole davvero fare l'imprenditore, basta con la logica finanziaria e con l'idea che il lavoro è una merce. ArcelorMittal ha sbagliato ad andare in tribunale, torni al tavolo".

Riproduzione riservata ©
loading...