Economia

Pqe Group e Wami: impegno per le popolazioni povere della Terra

Firenze, 19 dic. (askanews) - Wami e Pqe Group insieme per aiutare le popolazioni più povere della Terra. Per ogni bottiglia di acqua minerale acquistata della start up milanese, 100 litri vengono di fatto dati all Africa, grazie ad una serie di progetti che permettono a singoli villaggi di accedere, per la prima volta, direttamente all acqua potabile. Tra gli ultimi obiettivi realizzati, l'allacciatura del villaggio di Tenghori in Senegal, dove 176 persone erano costrette da sempre a percorrere chilometri per dissetarsi.

Matteo Bonavitacola marketing manager di WAMI: "Wami insieme a Pqe Group, hanno deciso di cambiare questa situazione e di dare accesso all acqua a chi non l'ha mai avuto nella propria vita. Questo tramite il gesto quotidiano di bere acqua in Italia. Tutto si basa su questa meccanica: il fatto di avere un prodotto con cui si beve acqua qui in Italia, diventa straordinario perché dona acqua a chi non ce l ha".

Questo progetto ha visto il coinvolgimento di Pqe Group, azienda di consulenza nel settore farmaceutico che fa della responsabilità etica una priorità assoluta. Inoltre a tutti i dipendenti sono state regalate le borracce prodotte proprio da Wami.

ITW D'INCERTI INTEGRALE

Gilda D'Incerti, Ceo e fondatrice di Pqe Group: "Il progetto delle borracce è solo un inizio. Qui ci sono due aspetti: l'acqua e la sostenibilità, il superamento delle plastiche. Ma comunque l idea è poi di fare delle iniziative, come costruzioni di pozzi, di facilities nella zona dove l acqua scarseggia o manca. E un fil rouge che continua nel discorso della social responsability".

Con questo spirito, Pqe Group lancia contest ai propri dipendenti, per andare a fare volontariato nelle zone più povere del mondo. Otto di loro, lo scorso maggio, sono stati a Kathmandu, per prendere parte alla scuola Moonlight, che dal 2009 provvede ad un educazione gratuita e di qualità a 160 bambini dai 4 ai 12 anni.

Valeria Benedetti di Pqe spiega: "Siamo riusciti a far conoscere loro il nostro mondo tramite delle foto, dei piccoli corsi di lingua sia in italiano che in inglese, abbiamo fatto dei giochi con loro, abbiamo raccontato delle cose che loro non hanno mai visto. E loro, allo stesso modo, ci hanno presentato un po la loro realtà".

Il prossimo contest aziendale di Pqe Group ha per destinazione l'Africa subsahariana.

Matilde Beltrandi di Pqe: "Io non conosco persone che lavorano in altre aziende che hanno avuto anche solamente la possibilità di candidarsi ad un esperienza del genere. Se io sarò una delle poche fortunate a poter fare questa esperienza, lo vivrei comunque come un regalo che l'azienda mi fa".

Riproduzione riservata ©
loading...