Economia

Pitti uomo, Belvest difende e reinventa tradizione italiana

Firenze, 9 gen. (askanews) -

-> Wetransfer - Ingest 11.37

"Abbiamo una nostra storia, una tradizione molto classica, però che si affaccia al futuro con l'introduzione di elementi futuristici, come abiti che si lavano, che sono comodi da portare in viaggio, che vanno bene in qualsiasi situazione. Per fare un esempio, noi partiamo da questo mondo molto classico, che è un mondo di puro cashmere per il businessman, però reinterpretiamo lo stesso abito in cashmere e in seta in jersey, con un outfit più comfort, più facile".

Così Riccardo Della Piazza, vicepresidente di Belvest, parlando a margine di "Pitti uomo", in corso a Firenze dal 7 al 10 gennaio 2020.

"Questo abito - ha concluso - è concepito per essere messo in una borsa, portarlo facilmente in valigia e, una volta tirato fuori dalla borsa, torna nella sua condizione originale. Questo è un abito in lana lavabile in lavatrice. Ovviamente, abbiamo pensato anche a un cappotto facilmente portabile, facilmente lavabile. E quest anno abbiamo intenzione di presentare, per la prima volta, un emblema del nostro marchio, avendo la nostra famiglia origine veneziana e una storia che comincia nel 1964, abbiamo pensato di identificare il nostro marchio con qualcosa di veramente italiano, come la murrina. Una tradizione che si sta perdendo e che purtroppo è aggredita da produzioni di ogni tipo".

Riproduzione riservata ©
loading...