Economia

Ottimismo su 'La Ripartenza', con gas giù e inflazione in frenata

Milano, 20 gen. (askanews) - Sembrava impossibile solo pochi mesi fa, ma ora c'è chi guarda con una "ventata di ottimismo" al 2023. Una fiducia che traspare dal calo del prezzo del gas e dalla frenata dell'inflazione. Scenari al centro della quarta edizione de 'La Ripartenza, liberi di pensare', l'evento ideato da Nicola Porro agli Ibm Studios di Milano. Sul palco i rappresentanti dell'industria dell'energia, i regolatori e il governo, con il ministro dell'Ambiente Gilberto Pichetto che ha rilanciato sul nucleare di quarta generazione: "Può essere il futuro di questo Paese", ha detto.

Tra gli ospiti il presidente di Enel, Michele Crisostomo, che ha sottolineato la forza di lavorare "seriamente" sui problemi per uscire dai periodi di crisi: "Abbiamo attraversato un 2022 che è stato irto di ostacoli, veramente complessi da superare, arrivando qui a raccontarci che il Paese è andato avanti, che sull'energia abbiamo fatto e stiamo facendo le cose giuste. Leghiamo a gennaio una ripartenza che ci vede decisamente con il piede giusto per guardare al 2023 con una ventata di ottimismo".

Un impegno che passa anche attraverso la pianificazione e gli investimenti, come ha sottolineato l'amministratore delegato di A2A, Renato Mazzoncini. "Quello che dobbiamo fare è molto chiaro: renderci autonomi dal punto di vista energetico. Dobbiamo quindi sviluppare rinnovabili, storage e lavorare molto sull'efficienza energetica: tutto questo richiede importanti investimenti. Non possiamo più non considerare il rifiuto come una ricchezza e non possiamo più disperdere acqua. Abbiamo infrastrutture importanti da realizzare per far sì che il nostro paese si trovi nel 2030 in una situazione molto migliore di quella di oggi".

Riproduzione riservata ©
loading...