Economia

NTT Data punta a crescere in Italia, previste 1000 assunzioni

  • 02:23

Milano, (askanews) - Il colosso giapponese NTT Data, leader mondiale nel settore IT con 110mila dipendenti e un fatturato di 11,5 miliardi di euro, ha scelto per la prima volta l'Italia e Milano come sede della propria Global Conference, cui partecipano oltre 200 top manager provenienti da tutto il mondo, per sottolineare la strategicità del nostro paese, che ha visto il business crescere del 30% negli ultimi 5 anni a circa 300 milioni di euro. Swen Rehders, Deputy Ceo Emea: "L'importanza dell'Italia all'interno della regione Emea è legata in primo luogo alla crescita economica del paese che sta contribuendo allo sviluppo del nostro business e parallelamente al sostegno e al contributo di esperienza e competenze fornito dai dipendenti italiani alla crescita di altri paesi come Germania e Inghilterra".

Diversi i settori sui cui punta NTT per la propria crescita. "I settori chiave sui cui ci focalizzeremo sono i servizi finanziari, quindi banche e assicurazioni, e il settore manifatturiero in particolare l'automotive. Questi sono i comparti più importanti insieme a telecomunicazioni e media su cui baseremo la nostra crescita nella regione Emea", ha aggiunto Rehders.

La divisione italiana è guidata dal Ceo Walter Ruffinoni che, anche grazie a diverse acquisizioni soprattutto nel sud Italia, è stato capace di creare un punto di riferimento per NTT Data con ottime prospettive di crescita anche occupazionale.

"In termini di obiettivi numerici - ha spiegato Ruffinoni - noi prevediamo una crescita simile a quella che abbiamo avuto, quindi l'obiettivo del piano che stiamo ancora discutendo e formalizzando con i giapponesi prevede una crescita di un ulteriore 30% nel prossimo quinquennio e in termini di risorse umane prevediamo una crescita significativa perché dovremo assumere più di 1000 persone nel breve periodo e continueremo a investire nel settore dove abbiamo sempre investito quindi cercando tanti giovani, cerchiamo tante ragazze laureate nelle materie scientifiche e prevediamo di continuare a crescere nel sud Italia che ci ha dato tante soddisfazioni negli ultimi anni".

Proprio nel sud Italia spicca il polo tecnologico NTT Data di Cosenza, diventato per il gruppo giapponese il terzo per importanza dopo Palo Alto e Tokyo. Fra i progetti realizzati in Italia, la creazione dell'operatore di telefonia "ho." seguito dalla fase di progettazione alla realizzazione, e la digitalizzazione dei volumi della Biblioteca Apostolica Vaticana con 4mila volumi resi disponibile per la consultazione online.

Riproduzione riservata ©
loading...