Economia

Movyon, primo operatore tecnologico per nuove forme di mobilità

Roma, 18 mar. (askanews) - Un polo tecnologico dedicato alle infrastrutture, con lo sviluppo di soluzioni digitali per l'analisi e la gestione dei flussi di traffico; uno sguardo alla mobilità urbana e al mercato estero. Sono questi i tasselli del piano di sviluppo di MOVYON, il nuovo operatore tecnologico, evoluzione di Autostrade Tech, che guarda al più ampio mondo della mobilità con soluzioni sostenibili e altamente innovative per milioni di automobilisti, dentro e fuori i confini nazionali, andando oltre il settore autostradale.

"Oggi presentiamo il nostro polo tecnologico con un nuovo brand, Movyon. Si inserisce in quella che è la politica di trasformazione della società, ora sempre più orientata alla mobilità integrata, attraverso tutta la catena del valore, dall'ingegneria alla costruzione, alla sua capacità di sviluppo tecnologico e anche alla sostenibilità del viaggio".

Partendo da una vasta gamma di soluzioni e know-how nel settore tech, MOVYON investirà 100 milioni di euro in innovazione tecnologica e raddoppierà il numero dei propri dipendenti nei prossimi tre anni: nell'80% dei casi i nuovi assunti saranno ingegneri, fisici e matematici con un'età media di 40 anni.

"Oggi nasce Movyon, che ha l'obiettivo di accendere l'interruttore della mobilità sostenibile. Questo laboratorio si apre, perché crediamo che la tecnologia che abbiamo sviluppato sia un valore per l'intero sistema Paese e intendiamo metterla a disposizione uscendo dalle autostrade e arrivando nelle città e anche all'estero. È una tecnologia per rendere la vita smart sia per chi vive nella città sia per chi viaggia in autostrada".

Riproduzione riservata ©
loading...