Economia

Michele Placido nel corto di Deloitte immagina l'Italia post-Pnrr

Roma, 1 giu. (askanews) - Città della Pieve 2026. Grazie ai fondi del Pnrr il borgo (casualmente la città umbra dove ha casa il premier Mario Draghi, ndr) immerso nel verde è ora servito solo da energie rinnovabili, i giovani tornano allettati da connettività 5G e smart working, mentre l'agricoltura è a basso impatto ambientale e tutti gli edifici efficienti dal punto di vista energetico. Potrebbe essere questa l'Italia in cui vivremo una volta che saranno completati i progetti legati al Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Lo ha immaginato il regista Michele Placido nel corto "Presto sarà domani", prodotto da Deloitte in collaborazione con Goldenart Production e presentato in anteprima al quinto Innovation Summit di Deloitte che si è svolto al Teatro Argentina a Roma.

"Lo vedrete in questo corto cinematografico, facciamo vedere un borgo antico all'inizio, naturalmente non racconto la trama che è molto carina, in cui questo borgo abbandonato man mano partecipa all'evoluzione e alla tecnologia che darà un futuro rassicurante per tutti", ha rivelato Michele Placido parlando con i giornalisti a margine dell'evento.

Nel cast Riccardo Scamarcio e Carolina Crescentini, lui che torna dall'America per vendere la casa della zia, lei che ha scelto di rimanere e fa la restauratrice con un team internazionale. E ancora, le musiche da favola del premio Oscar Nicola Piovani. Le eccellenze del nostro linguaggio cinematografico per spiegare le risorse straordinarie del Pnrr:

"Abbiamo pensato che il linguaggio universale, quello del cinema, fosse il modo migliore per farlo percepire direttamente anche ai non addetti ai lavori, al cittadino comune, all'uomo della strada, fargli vedere tutto quello che effettivamente può cambiare con questo programma nella vita quotidiana di tutti noi", ha spiegato Fabio Pompei ceo Deloitte Central Mediterranean.

Un Paese sostenibile, efficiente e digitalizzato, con l'innovazione a fare da volano per il Pnrr.

"Ci immaginiamo una maggiore digitalizzazione della P.A., un ricorso maggiore alle energie rinnovabili e quindi un ambiente più rispettato, ci immaginiamo una facilità di connessione in tutta l'Italia per consentire lo smart working", ha spiegato Andrea Poggi, Innovation Leader Deloitte North-South Europe.

Hanno partecipato all'evento il ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani, il vicepresidente della Camera dei Deputati, Ettore Rosato e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Roberto Garofoli.

Alla visione del cortometraggio è seguito un dibattito con: Maria Chiara Carrozza - Presidente CNR, Maria Bianca Farina - Presidente Poste Italiane, Presidente ANIA, Luciano Fontana - Direttore Corriere della Sera, Giuseppe Gola - Amministratore Delegato Gruppo ACEA, Radek Jelinek - CEO Mercedes-Benz Italia, Giovanni Malagò - Presidente CONI e Membro CIO, Andrea Prencipe - Rettore Luiss Guido Carli, Fausto Risini - Sindaco Città della Pieve.

Il cortometraggio è disponibile sul sito di Deloitte

www.deloitte.com/it

Riproduzione riservata ©
loading...