Economia

Lavoro, Bombardieri: 8 marzo è una giornata di mobilitazione

Milano, 8 mar. (askanews) - "Penso che non sia una una giornata di

festa" per le donne, "ma di mobilitazione e di impegno e, se

possibile, di rabbia per tutto quello che non siamo riusciti a

cambiare sul tema del riconoscimento dei diritti". Lo ha

affermato il leader della Uil, Pierpaolo Bombardieri,

intervenendo a un'iniziativa dei sindacati in occasione della

giornata internazionale dei diritti delle donne.

Bombardieri ha ricordato che "le donne sono sempre state in

prima linea durante la pandemia. E in modo silenzioso. Le donne

medico sono il 54%. La pandemia le ha colpite in modo forte.

Dovremmo essere come Paese più riconoscenti a coloro che stanno

in smart working, che per molte di loro è una condanna piu che

un'opportunità; a coloro che aspettano i contratti. Dobbiamo

avere più cura delle politiche di genere, rivendicarle al Governo

quando parleremo di Next Generation EU per chiedere investimenti

sull'occupazione femminile senza dichiarazioni generiche. Bisogna

rivendicare prima di tutto investimenti per creare infrastrutture

sociali - ha aggiunto - senza le quali non ci sono possibilità di

parità".

Riproduzione riservata ©
loading...