Economia

Istat: a novembre produzione industriale +0,1% mese, -0,6% anno

Roma, 10 gen. (askanews) - Produzione industriale italiana in calo. A novembre c'è stato un lieve recupero dopo due mesi in rosso, ma il bilancio a un solo mese dalla chiusura resta ampiamente negativo. Lo ha comunicato l'Istat. A novembre 2019 si stima che l'indice destagionalizzato della produzione industriale aumenti dello 0,1% rispetto ad ottobre. Corretto per gli effetti di calendario, a novembre 2019 l'indice complessivo è diminuito in termini tendenziali dello 0,6% (i giorni lavorativi sono stati 20 contro i 21 di novembre 2018). Nella media del periodo gennaio-novembre l'indice ha registrato una flessione tendenziale dell'1,1%.

"Il recupero, frenato dal forte calo del settore energetico, si manifesta - ha spiegato l'Istat - con maggiore intensità nei comparti legati alla domanda di beni, intermedi e strumentali, da parte del sistema produttivo. In termini tendenziali, prosegue la contrazione dell'indice corretto per gli effetti di calendario, che presenta un segno negativo per il nono mese consecutivo".

I settori di attività economica che registrano i maggiori incrementi tendenziali sono la fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica (+8,1%), l'industria del legno, carta e stampa (+7,0%) e la fabbricazione di prodotti chimici (+2,9%). Le flessioni più ampie si registrano nelle industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (-5,4%), nella fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-5,3%) e nella metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (-4,9%).

Riproduzione riservata ©
loading...