Economia

Istat: a novembre occupazione ai massimi storici, top dal 1977

Milano, 9 gen. (askanews) - L'occupazione in Italia è ai massimi storici, il 59,4% mai così alta dal 1977. È quanto emerge dalle stime provvisorie dell'Istat. Gli occupati a novembre 2019 sono cresciuti di 41mila unità rispetto al mese precedente, con un tasso di occupazione che sale di 0,1 punti percentuali.

Dopo l'incremento del primo semestre del 2019 e l'andamento altalenante del terzo trimestre, a novembre si conferma la tendenza alla crescita già registrata a ottobre che porta l'occupazione ai massimi storici dal '77, anno d'inizio delle serie ricostruite.

L'aumento congiunturale dell'occupazione è trainato dai dipendenti permanenti e dalla crescita del tasso d'occupazione dei giovani tra i 25 e i 34 anni, mentre calano i lavoratori a termine e gli indipendenti.

Dei nuovi occupati, 35mila sono donne e 67mila sono a tempo indeterminato.

Su base annua, l'occupazione risulta in di 285mila unità, l'espansione riguarda donne e uomini di tutte le classi d'età, tranne i 35-49enni.

Nell'arco dei dodici mesi, infine, l'aumento degli occupati si accompagna a un calo dei disoccupati (-194mila unità) e degli inattivi (-203mila).

Dato in controtendenza la disoccupazione giovanile tra i 15-24enni che, invece, sale di 0,4 punti attestandosi al 28,6%.

"Sono dati incoraggianti - ha commentato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte - Bisogna fare ancora tanto, al Sud in particolare. Andiamo avanti per creare più lavoro e sviluppo. La direzione è quella giusta".

Riproduzione riservata ©
loading...