Economia

Istat: crollo reddito e potere d'acquisto, mai così male dal '99

Roma, 2 ott. (askanews) - Gli effetti nefasti della pandemia da coronavirus pesano sull'economia italiana. Le conseguenze del Covid si stanno facendo sentire su reddito e potere d'acquisto. Il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è diminuito del 5,8% rispetto al trimestre precedente, mentre il potere d'acquisto è diminuito del 5,6%. Lo ha reso noto l'Istat spiegando che si tratta del calo più forte dal primo trimestre del 1999, data d'inizio delle serie storiche. Come conseguenza si è registrato un crollo dei consumi dell'11,5%.

Male anche il rapporto deficit-Pil, l'indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche in rapporto al Prodotto interno lordo è stato pari al 10,3%. Sempre secondo i dati forniti dall'Istat la pressione fiscale è stata pari al 43,2%, in crescita di 1,8 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, "nonostante la marcata riduzione delle entrate fiscali e contributive".

Riproduzione riservata ©
loading...